I chakra sono centri di energia che lavorano coordinando l’energia per il sistema nel suo complesso, sono in totale 7, posizionati in diversi punti del corpo. È necessario che siano in equilibrio, cioè che siano in grado di svolgere le tre funzioni di ricevere, assimilare ed esprimere energia. Ogni chakra è associato a un colore ben preciso: scopriamo insieme il significato di ognuno di essi.

Rosso – Il Primo Chakra

Il rosso è un colore caldo ed energizzante, stimola l’attività fisica e intellettuale, è euforizzante, migliora la circolazione e la produzione di globuli rossi. Incrementa i battiti del cuore, la frequenza respiratoria e la pressione arteriosa, migliorando la circolazione del sangue e stimolando il sistema nervoso e ghiandolare, il fegato e i nervi sensitivi. È sinonimo di passionalità, di grande personalità e di fiducia in se stessi. Il colore rosso è consigliato a chi soffre di depressione e melanconia ed il modo migliore per beneficiarne è vestendosi di rosso. Nello yoga il rosso è collegato al primo chakra, chiamato in sancrito Muladhara ossia “fondamenta”, significa affondare le proprie radici nella terra per attivare e ricevere i canali di energia ed è posizionato alla base della colonna vertebrale. L’equilibrio energetico del primo chakra porta stabilità, fermezza e solidità nella vita quotidiana.

Arancione – Il Secondo Chakra

L’arancione viene associato al calore, alla gioia, al vigore, alla salute ed è il simbolo della fantasia, dell’armonia interiore, dell’accoglienza, del tepore, dell’entusiasmo, del divertimento e dell’incoraggiamento. Stimola il metabolismo, i polmoni, cura spasmi e crampi, ridona equilibrio al sistema nervoso per superare ansie e paure. È il colore della crescita, dell’alba e della serenità. Favorisce la concentrazione mentale ed è considerato, da molte culture, un colore di buon auspicio. È molto utile nelle persone che soffrono di depressione, portando allegria e positività nella loro vita. Gli alimenti di color arancione sono strettamente legati alla vitamina C, essenziale per il benessere immunitario e per il buonumore. L’arancione è il colore assosciato al secondo chakra, legato alla sessualità, al potere creativo e alle emozioni, è chiamato in sanscrito Svadhisthana ed è posizionato nella zona sacrale.

Giallo – Il Terzo Chakra

Il giallo è un colore caldo, è il colore del sole e quindi legato all’energia e alla forza vitale, aiuta ad alleviare tutti i disturbi digestivi, in partcolare il gonfiore addominale da colite e dona un senso di allegria e di positività. Questo colore è collegato anche alla ricerca del nuovo ed è usato nella terapia dei colori per combattere la depressione, l’apatia e più in generale i disagi di natura psicofisica. Il giallo stimola le funzioni celebrali e la concentrazione, migliora l’umore e rende più positivi ed è quindi utile avere oggetti gialli o una parete gialla nella stanza per lo studio o per il lavoro. Il giallo è collegato al terzo chakra, ossia l’energia legata al potere e alla volontà, è chiamato Manipura ed è posizionato nel plesso solare.

Verde – Il Quarto Chakra

Il verde è un colore considerato curativo in quanto è benefico sulla psiche sovraeccitata, dona serenità e induce calma in caso di ansia e di stress, calma i crampi e i disturbi dell’apparato gastrointestinale (soprattutto gastrite e ulcera), è un antibatterico e disinfettante naturale. Rappresenta l’equilibrio e l’armonia, è simbolo di vita, speranza e pace ed è inoltre utile in caso di insonnia e disturbi del sonno. Per guarire disturbi fisici l’ideale è mangiare cibi verdi, come le verdure, per rilassarsi invece è utile avere una parete di questo colore in casa o indossare biti verdi. Il verde è il colore legato al quarto chakra, è legato all’amore e alle relazioni, è chiamato in sanscrito Anahata e si trova posizionato nel cuore.

Azzurro – Il Quinto Chakra

E’ utile per tutti i disturbi che colpiscono la testa, in particolare occhi, naso e orecchie. Favorisce l’intuito e inoltre calma la tiroide iperattiva ed è quindi utile in caso di ipertiroidismo. È adatto per tutti i problemi legati all’emotività, rappresenta l’attitudine alla capacità riflessiva, alla sensibilità, alla tenerezza, che portano al coinvolgimento emotivo con i problemi degli altri. L’azzurro crea uno stato di pace e di tranquillità interiore. Questo colore è associato al quinto chakra, è l’energia della comunicazione, chiamato in sanscrito Visuddha e posizionato nella gola.

Blu – Il Sesto Chakra

Il blu è un colore freddo che induce il relax e ha un effetto analgesico naturale, aiuta a rallentare la pressione arteriosa e quindi utile per chi soffre di tachicardia e pressione alta. E’ considerato benefico per curare infiammazioni di vario tipo, soprattutto alla gola, alle articolazioni e ai denti, irritazioni della pelle, bruciature e punture di insetti. Ha quindi una funzione oppposta al colore rosso. Per beneficiare delle sue proprietà, è possibile mangiare cibi blu, vestirsi con questo colore, stare in una stanza con le pareti blu oppure ancora usare lampade a luce blu. Inoltre la persona che si veste di blu infonde negli altri un senso di sicurezza e trasmette fiducia nel futuro. Il blu è il colore associato al sesto chakra, ossia al chakra dell’intuizione e dell’immaginazione. È chiamato Ajna in sanscrito ed è posizionato tra le sopracciglia.

Viola – Il Settimo Chakra

Il viola è un colore freddo dagli effetti molto potenti sulla psiche. Favorisce i sogni, l’intuito, l’ispirazione e la creatività. Dal punto di vista fisico, poi, è benefico sui nervi, stimola la produzione dei globuli bianchi e l’attività della milza, rinforza le ossa e le articolazioni. È il colore associato alla spiritualità e alla meditazione, modera l’irritabilità e seda gli stati impetuosi di irragionevolezza improvvisa. Il viola è il colore legato al settimo ed ultimo chakra, ossia il chakra della coscienza e della consapevolezza, posizionato sulla sommità della testa e chiamato Sahasrara in sanscrito.